Due donne chiedono udienza al saggio re

0
238

Due donne chiedono udienza al saggio re Salomone e si presentano trascinando tra loro un giovane. “Quest’uomo ha consentito a sposare mia figlia!” dice la prima donna. “No! vuole sposare MIA figlia”, dice l’altra. E così cominciano a litigare davanti al Re, finché Salomone impone il silenzio. “Portatemi la spada più grande,” dice il saggio re “e io taglierò in due il ragazzo: ognuna di voi riceverà la metà”.

“Per me va bene” dice la prima. Ma la seconda dice “Oh sire, non spargere sangue innocente. Lascia che la figlia dell’altra donna sposi il giovane”. Il saggio Re non esita un attimo. “Il giovane deve sposare la figlia della prima”, proclama. “Ma voleva tagliarlo in due!” esclama tutta la corte. “Appunto”, dice Salomone. “Questo mostra che la prima donna è la vera suocera”.


Un ubriaco rientra a casa alle 3 del mattino e sua moglie, che lo sta aspettando sveglia, lo rimprovera: “Ma ti sembra questa l’ora di venire a casa?”. E l’ubriaco: “Lucia, ma a quest’ora è l’unico posto aperto!”.


La moglie: “Non devi lamentarti, in fondo ho portato una buona dote”. Il marito. “Non era una dote, ma solo un risarcimento”.